VI Rassegna nazionale Canti e Danze popolari città dell’Aquila

sesta rassegna canti popolariDomani, sabato 26 giugno 2010 in Piazza Duomo alle ore 19.00.

Si rinnova l’appuntamento annuale con la Rassegna Nazionale Canti e Danze Popolari “Città dell’Aquila” che giunge alla sesta edizione, organizzata e promossa dall’Associazione Corale Gran Sasso.

Un appuntamento che nel corso degli anni è diventato un punto di riferimento per i migliori gruppi corali folkloristici e gruppi di ballo italiani.

La manifestazione si svolge Sabato 26 giugno in Piazza Duomo con inizio alle ore 19 e quest’anno gode della collaborazione dell’Associazione 180amici Onlus che coordina il cartellone “Follie in Piazza… Duomo”

Si inizia con l’esibizione della Corale Gran Sasso dell’Aquila diretta da Carlo Mantini che eseguirà alcuni brani del repertorio aquilano ed abruzzese fra i quali il ben noto “Te vojio reveté” meglio noto come “Aquila, bella me”. Da segnalare la prima esecuzione a L’Aquila da parte della Corale del brano “Gran Sassu me” su testo di F. Crudele e musiche dello stesso Carlo Mantini.

A seguire si esibirà il Gruppo Folcloristico “Urbanitas” di Apiro (MC), uno dei gruppi di ballo marchigiani più antichi d’Italia, fondato nel 1933, che ripercorre, con i suoi 24 danzatori di tutte le età guidati da Federico Ciattaglia, le danze tradizionali della realtà contadina.

Chiude la serata il Gruppo Folkloristico “Toma… Toma” di Montefalcone nel Sannio (CB) molto noto in Italia e guidato da Angelomaria Primiano, che esegue canti e danze popolari molisane.

In totale saranno oltre 100 fra cantori e danzatori ad animare la serata.

In un momento così particolare – dichiara il Presidente della Corale Gran Sasso Sebastiano Santucci – la nostra responsabilità culturale è quella di non far mancare quei punti di riferimento ormai consolidati che uniscono il divertimento, l’emozione, la voglia di stare insieme, la musica e quel sentimento di ospitalità verso amici che ci vengono a trovare. La Corale non ha più una sede e vive un momento di difficoltà, ma continua a rappresentare L’Aquila nei contesti nazionali ed internazionali. E, nonostante tutto, continuiamo a organizzare la Rassegna… I progetti sono tanti e cercheremo di realizzarli con l’aiuto di tutti. L’anno prossimo la Corale festeggerà i suoi 60 anni ininterrotti di attività, è il segno più concreto di quanto sia stato fatto… il Coro Gran Sasso appartiene alla città dell’Aquila cui spetta il dovere di curare, sostenere, aiutare il suo patrimonio umano, musicale e culturale”.

Un’occasione dunque per attraversare la cultura popolare ed il folklore di tre regioni vicine, con tante caratteristiche comuni e specificità singolari che le caratterizzano.

L’ingresso è libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *